Mobile advertising: una via da percorrere, con intelligenza

E’ tempo di dati per il mobile. Due ricerche condotte da due istituti di rilievo mostrano come i dati sul mobile debbano far riflettere sia markettari & co che le aziende. E’ tempo di cambiare modo di intendere la comunicazione con  il proprio target e con la propria community.

Il mobile diviene un elemento indispensabile e strategicamente decisivo per qualsiasi iniziativa comunicativa e di brand.

Vediamo qualche dato, prima di trarre qualche conclusione.

 

USA:

ricerca condotta dal Pew Internet Project tra aprile e maggio 2011.

 

– L’83% dei consumatori adulti statunitensi possiede un cellulare.

– Di questo, il 42% ha uno smartphone.

– il 25% degli utenti in possesso di un telefonino intelligente lo impiega per l’accesso ad Internet e la navigazione online, al posto di un PC.

– Il 10% afferma di essere più dipendente dal proprio cell che dal pc.

 

ITALIA:

ricerca Ipsos MediaCT

 

– volume di ricerca: +224% sul 2010.

– Il 53% effettua quotidianamente ricerche dal proprio smartphone.

– il 29% effettua ricerche ogni settiman.

– il 43% ha visitato un sito di prodotto o servizio.

– il 36% ha navigato in quello di un’attivita commerciale.

– il 35% ha poi effettuato una chiamata ad un azienda o ha attivato un servizio.

– il 23% dei possessori ha dichiarato di aver già effettuato un acquisto via mobile.

– il 72% dei possessori di smartphone ricorda di aver notato un annuncio pubblicitario sul mobile

– gli annunci vengono visti facendo una ricerca per il 39%, guardando un video per il 24%, usando un’app per il 20%, navigando su un sito di shopping online per il 21%.

– nel 2011 in Italia sono stati acquistati 20 milioni di smartphone

– ogni secondo avvengono 115 ricerche su dispositivi mobili: arte e intrattenimento (18%), tecnologia (10,1%), pornografia (10%) e sport (9%) gli argomenti più gettonati.

– il 78% delle persone fa ricerche locali.

– in media 19 app a testa scaricate sul telefono. 

 

Cosa significa tutto questo?

Beh, in primo luogo che è giunto il tempo di guardare con estremo interesse al mondo del mobile.

Molte aziede si sono già organizzate, dispongono di app e hanno un budget destinato al mobile, ma molte altre sono invece molto indietro. Come dimostrano i dati sopra riportati, le reazioni al mobile sono superiori rispetto a quelle generate dal web, questo anche perchè con app e strade abbreviati l’utente si indirizza verso percorsi di navigazione specifichi ed è più facile individuare il tasto giusto per coinvolgerlo.

Il fatto che il 72% dei possessori di smartphone ricordi di aver notato un annuncio pubblicitario sul mobile è il primo elemento che deve far riflettere. Gli annunci, come si nota nei dati della ricerca, vengono visti facendo una ricerca per il 39%, guardando un video per il 24%, usando un’app per il 20%, navigando su un sito di shopping online per il 21%. Indicazioni profondamente significative.

Se è vero che anche il mobile advertising è soggetto ai problemi di efficacia che affliggono anche il futuro della pubblicità online tradizionale, questi ultimi dati sembrano iniettare un po’ di fiducia, quantomeno per quanto riguarda una nuova opportunità di sviluppoper la creatività publicitaria, seppur vero rimane il modello sviluppato da Nielsen (2010), che differenza l’interesse per il mobile advertising a seconda delle fasce d’età:

Insomma, i margini di crescita ci sono, così come le possibilità d’investimento su questo settore, a patto che si intervenga con intelligenza.

Ecco delle previsioni d’investimento future sul mobile marketing:

 

Annunci

Informazioni su Marco Vangelisti

Blogger, amante-studioso-esperto di marketing, comunicazione e social; creativo, motivato, ambizioso, ostinato e lunatico. Vedo il bicchiere mezzo pieno.

3 Risposte a “Mobile advertising: una via da percorrere, con intelligenza”

  1. Really love this website, great information here, had been a bit sceptical about getting a
    steam shower system for the home however, the amount
    of information here sorted my mind out, incredible thanks

  2. Thank you for this web page, can blissfully announce we currently have a steam shower of our very own and
    we like it so much

  3. A great deal of quality advise on this great site, would like a steam shower
    unit in my own bathroom

Lascia un commento, ampliamo assieme gli orizzonti di questa discussione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: