Guerrilla Gardening: l’Italia unita dal web nella giornata del tulipano

Oramai il web è diventato uno stumento in grado di abbattere le distanze rendendo possibile l’organizzazione di eventi e iniziative, unendo l’Italia (e il mondo) intero.

Come è accaduto per i movimenti studenteschi, anche in questo caso web e social netwok si servono dei legami creati on-line per mobilitare moltissime persone.

Così il 9 ottobre va in scena un’azione di Guerrilla Gardening: “muniti di piantine, palette e rastrelli moltissime persone si preparano ad ‘invadere’ i campi o, meglio, le aiuole. Sono gli amanti del verde che si preparano per la Giornata internazionale del tulipano, che si svolgerà in tutte le parti del mondo. Il fenomeno è chiamato giardinaggio politico e utilizza gli spazi pubblici inutilizzati e degradati per rendere più verdi le città. Le iniziative dei ‘guerriglieri’ viaggiano attraverso la rete, con foto e aggiornamenti, e grazie ai social network, aumenta la popolarità del fenomeno.

A tutti i partecipanti è richiesto: un sacchetto di bulbi di tulipano; una paletta per scavare e tanta voglia di divertirsi e di colorare la città. Dal gruppo ‘Guerrilla gardening’ di Milano ai ‘Friarielli ribelli’ di Napoli, che hanno ridato vita a diverse aree del capoluogo partenopeo, sono tante le iniziative e le foto che raccontano le ‘invasioni di campo’.

L’intento ”non è cambiare la città, ma la mentalità delle persone che, a dire il vero, spesso rispondono bene. C’è chi si informa solo per curiosità ma c’è anche chi si rende disponibile per innaffiare le piante nei giorni successivi”. Insomma, una ‘battaglia’ per avere più fiori e dire basta a giardini tristi” (link).

Guerrilla Gardening, come si legge sul sito, “è un gruppo aperto a tutti, un gruppo di appassionati del verde che ha deciso di interagire positivamente con lo spazio urbano attraverso piccoli atti dimostrativi, quelli che noi chiamiamo “attacchi” verdi. Guerrilla Gardening si oppone attivamente al degrado urbano agendo contro l’incuria delle aree verdi. L’attività principale del gruppo è quella di rimodellare ed abbellire, con piante e fiori, le aiuole e le zone dimesse o dimenticate della città. Il movimento è nato in Italia circa 2-3 anni fa da un gruppo di giovani milanesi che ancora oggi segue e consiglia i gruppi indipendenti. La popolazione cittadina risponde bene, alcune aziende di giardinaggio ci aiutano con consigli e donandoci piante e materiali pro-causa, altri si limitano ad applaudire e ad apprezzare le nostre azioni. Ogni giorno nuovi “guerriglieri” si aggiungono alla causa, per trasformare e riappropriarsi degli sterili ed impersonali spazi comuni cittadini. Nuovi gruppi stanno nascendo in tutte le grandi città”.

Le azioni sono organizzate principalmente dal sito web, dove si possono leggere le ultime news, aderire (diventando dei “guerriglieri”), o fare donazioni. C’è anche un manifesto, scaricabile sul sito:

La pagina mondiale facebook ha quasi 8.000 fans, mentre quella italiana sfiora i 3.000. Ci sono poi gruppi cittadini, con molti meno fans, ma che servono a coordinare le azioni nelle singole città.

Su Twitter #guerrillagardening è un trend molto diffuso, mentre il profilo con sede a Los Angeles ha quasi 1.000 followers. Non grandi numeri, ma la sensibilità attorno a questo argomento, osservando il comportamento on-line degli utenti, sembra molto alta!

Annunci

Informazioni su Marco Vangelisti

Blogger, amante-studioso-esperto di marketing, comunicazione e social; creativo, motivato, ambizioso, ostinato e lunatico. Vedo il bicchiere mezzo pieno.

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Lascia un commento, ampliamo assieme gli orizzonti di questa discussione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: