Facendo i conti in tasca a Google…

E’ il momento di fare i conti in tasca a Google.

In molti sanno che l’azienda è nata nel 1998, mentre il motore di ricerca un anno prima. I suoi fondatori sono due signori statunitensi (per la verità uno è russo, naturalizzato statunitense!): tale Lawrence E. Page, ormai ben 39enne e tale Sergey Mikhailovič Brin, suo coetaneo. Cercando un nome per la loro creatura, si avvalsero di un’iperbole per descrivere la vastità del web: torovarono “Googoltermine coniato dal nipote del matematico statunitense Edward Kasner nel 1938, per riferirsi al numero rappresentato da 1 seguito da 100 zeri, ma sfortunatamente era un dominio già assegnato. Scelsero allora Google, termine associabile con un doppio gioco di parole in inglese a goggle (goggles, ovvero binocolo – “guardare da vicino la rete”- e to goggle, ovvero strabuzzare gli occhi – sorpresa per quanto si riesce a trovare-).

In non molti sanno, però, che nel 2011 Google ha incassato ben 38 miliardi di dollari grazie alla sola pubblicità, che corrispondono a ben il 96% di entrate totali.

“Se il settore della finanza e assicurativo è  quello che ha investito maggiormente sulla pubblicità di Google (ben 43,7 milioni di dollari spesi soltanto da State Farm), il secondo settore che ha speso maggiormente in pubblicità nel corso dell’anno da poco conclusosi è quello della vendita dei beni, con Amazon che guida la classifica con 55,2 milioni di dollari investiti.

Al terzo posto tra i maggiori investitori nell’advertising di Google figura il settore dei viaggi e del turismo, con Booking.com che ha investito 40,4 milioni di dollari nel 2011,

Chiudono la classifica l’industria dei computer e dell’elettronica di consumo, con in testa Hewlett-Packard che ha investito 33,3 milioni di dollari, quella dei veicoli (Cars.com ha speso 21,3 milioni di dollari), del business (Unline ha investito 35,1 milioni di dollari) e, infine, delle occasioni e dei regali (1-900-flowers.com in testa con 30,8 milioni di dollari)” LINK DA WEBNEWS.IT.

 

Ecco una iconografia (presa sempre da webnews) che riassume bene la questione:
Annunci

Informazioni su Marco Vangelisti

Blogger, amante-studioso-esperto di marketing, comunicazione e social; creativo, motivato, ambizioso, ostinato e lunatico. Vedo il bicchiere mezzo pieno.

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Lascia un commento, ampliamo assieme gli orizzonti di questa discussione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: