Infografica: la via del successo

Infografiche: da quando sono entrate nel nostro mondo non ne possiamo più fare a meno. Sono un vero e proprio fenomeno di moda e si ritrovano online e sui social praticamente ovunque. Se poi siete abituali frequentatori di Pinterest beh (a proposito, ecco le mie boards), sapete meglio di me quello di cui sto parlando.

Molto spesso, come accade per questo genere di trend, molti tendono a cavalcare l’onda del successo senza saper neppure aver mai visto il mare. Se alcune infografiche sono divenute contenuti virali per eccellenza, altre non trovano la via del successo.

Cerco, provando a scrivere un post “usefull”, di toccare più aspetti possibili di questo fenomeno, provando a descrivere cosa sono, quali sono i canoni tipici, che cosa le rende di successo e che cosa, invece, le decreta come fallimentari.

Come dice wiki,

“l’infografica (anche nota con termini inglesi information graphic o infographic) è una tecnica nata dall’incrocio tra informatica e arti grafiche”.

Sono dunque delle creazioni che traducono e decodificano qualsiasi tipo di contenuto informativo (INFO) in forma visiva (GRAFICA). In molti, come anticipato, si stanno cimentando nel cercare di coniugare l’accesso alle informazioni con la veste grafica e il design, ma in pochi centrano l’obiettivo.

Se utilità, bellezza, divertimento (fattore giocoso), rilevanza, integrità, eccellenza, originalità sono le caratteristiche basilari per una buona infografica (come ci suggerisce JESS3 – Utility, Beauty, Entertainment, Relevancy, Promotion, Integrity, Excellence), l’eccellenza nella struttura e nell’organizzazione dei contenuti è certamente l’elemento differenziale, la chiave del successo. Ma oltre a questo, e scendendo più nel dettaglio, occorre rappresentare bene il contesto, interagire con chi legge, descrivere con i dati ed essere chiari sulla fonte. Questi accorgimenti, che trovate descritti in modo esaustivo ed esauriente in un post di Wired, che segue i consigli del celeberrimo NYtimes, sono anche ben riassunti in The power of infographics, un libro che spiega come le infografiche siano gli strumenti più utili per raccontare storie, trasmettere conoscenze, ottenere risultati… e vengano usate per la loro immediatezza, intuitività, bellezza e perchè, semplicemente, funzionano, rendendo accessibili grandi idee, numeri, statistiche e concetti complessi.

Vi giro qualche ottimo link per avere a disposizione ulteriori consigli su come fare (e non fare) infografiche (infografiche.com, affreschidigitali, webinfermento, ninjamarketing, dolphinsrl) e su come costruirle (ipsepixel), oltre a 5 ottimi siti per iniziare praticamente a creare la vostra infografica di successo:

Good luck!

Annunci

Informazioni su Marco Vangelisti

Blogger, amante-studioso-esperto di marketing, comunicazione e social; creativo, motivato, ambizioso, ostinato e lunatico. Vedo il bicchiere mezzo pieno.

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Lascia un commento, ampliamo assieme gli orizzonti di questa discussione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: